CavaRei Impresa Sociale. Valori, Spazi, Persone.

Dorelan
Un progetto sociale di Dorelan per favorire
la sinergia tra imprese, enti e territorio, il sostegno
al tessuto economico locale e la sostenibilità dei
processi produttivi aziendali.
Dorelan
Un progetto sociale di Dorelan per favorire la sinergia tra imprese, enti e territorio, il sostegno al tessuto economico locale e la sostenibilità dei processi produttivi aziendali.

Un percorso virtuoso

Il percorso, iniziato nel novembre del 2017, è stato realizzato con la preziosa collaborazione dei giovani studenti del Sistema Moda dell’Istituto Tecnico Saffi-Alberti di Forlì e di CavaRei Impresa Sociale, polo integrato a sostegno della disabilità, creato per essere un punto di riferimento per la comunità e offrire a persone con disabilità opportunità educative, lavorative e di inclusione nel territorio.

L’idea

La volontà di crescere e continuare a fare sviluppo insieme alle tante realtà locali, unita alla consapevolezza dell’importanza dell’ambiente e della sua tutela, hanno generato un’idea da cui è nato il progetto I’m a Dreamer.

L’obiettivo del progetto è di portare valore aggiunto a impresa, territorio e ambiente per dimostrare concretamente che tutte queste realtà possono coesistere e collaborare in sinergia per una crescita comune.

Il progetto

Dorelan ha messo a disposizione degli studenti del Sistema Moda dell’Istituto Tecnico Saffi-Alberti di Forlì tessuti e materiali provenienti dai residui di produzione, chiedendo loro, nel rispetto dei vincoli tecnico-operativi legati alla futura industrializzazione, di sviluppare prototipi destinati a essere industrializzati.
I giovani promettenti fashion designer, dopo aver scelto e testato i materiali, hanno espresso la loro creatività e il loro ingegno: durante la Dorelan@School, sono nati progetti nuovi e visionari, prodotti legati all’ambiente notte e accessori adatti a interessanti scenari espositivi e di vendita.

Riproduci video

La realizzazione

Le idee progettuali dei ragazzi sono diventati 20 prototipi realizzati con professionalità e cura dai ragazzi di CavaRei. I 6 prototipi che più si prestavano a una futura industrializzazione sono stati inviati a CavaRei Impresa Sociale per la realizzazione finale e la produzione in serie. La collaborazione con CavaRei Impresa Sociale è stata una scelta strategica, al fine di offrire opportunità occupazionali a persone disabili e svantaggiate.

Sinergia

Grazie alle diverse competenze e ai servizi offerti da Cavarei, alla professionalità e all’attenzione al dettaglio garantiti in ogni singola fase della lavorazione, le idee dei giovani studenti si sono concretizzate in prodotti unici e irripetibili (perché i residui di produzione sono sempre differenti nelle trame, nei tessuti e nei colori), realizzati artigianalmente in cui le eventuali piccole imperfezioni testimoniano la speciale manifattura artigianale e ne costituiscono una specifica caratteristica.

L’esposizione

I frutti di questa iniziativa sono stati in esposizione dal 15 al 30 settembre 2018 negli spazi della Fondazione Cassa di Risparmio di Forlì, per condividere e rendere tangibile il sogno di un futuro economico e sociale differente ma possibile. In battuta finale, Dorelan ha scelto poi i prototipi realizzati dai designer che ha ritenuto più idonei per la loro seguente realizzazione e commercializzazione e premiato i ragazzi a Cavarei per la loro speciale e creativa partecipazione al progetto.

Nell’autunno 2019 i prototipi realizzati dai promettenti fashion designer e confezionati dalle delicate mani delle persone fragili di Cavarei sono stati messi in vendita in oltre 20 punti vendita Dorelan e presso il CavaRei Shop.
Il prezzo dei prodotti è definito dal costo di produzione sostenuto dall’Impresa Sociale Cavarei, dall’iva, dal costo di imballo, imballaggio, logistica e dal ricavo destinato ad essere reinvestito in nuovi progetti sociali.

Da oggi anche online

Grazie

Con l’azienda è proseguita la collaborazione per il progetto I’M A DREAMER_SOGNO_RECICLO_CREO continuando a produrre per i negozi monomarca in Italia. Nel 2021 è stata di nuovo attivata l’Alternanza Scuola–Lavoro (solo in modalità volta on-line) con gli studenti dell’Istituto Saffi Alberti – comparto Moda – per il progetto I’M A DREAMER WITH YOU, volto alla prototipizzazione di una serie di gadget aziendali per Dorelan, realizzati nella sartoria di CavaRei.

Il 21 gennaio 2021, Dorelan ha organizzato un webinar dal titolo “Responsabilità Sociale d’impresa per una ripartenza consapevole e sostenibile: il ruolo dell’azienda nella vicinanza al territorio e al sociale”, dove per CavaRei era presente Maurizia Squarzi, che insieme ad altre esperienze nazionali di vicinanza profit e non profit ha raccontato con Dorelan sia vicina a CavaRei e Michel Alimasi di Studio Romboli per il racconto del lavoro sulla misurazione d’impatto del progetto I’M A DREAMER.
Dorelan, attraverso la sua holding FLEXFLOR è stata coinvolta nel processo di costituzione della Fondazione Caffè Salato, diventando Fondatore Promotore.

Nel 2022 Dorelan, attraverso la sua holding FLEXFLOR, è stata coinvolta nel processo di costituzione della Fondazione Caffè Salato, diventando Fondatore Promotore.

Contattaci per ricevere
maggiori informazioni

CavaRei e l’art. 22

L’art. 22 della Legge Regionale n.17 del 1 agosto 2005, prevede la possibilità per le aziende in obbligo di assunzione del disabile (ovvero le aziende che hanno da 15 a 35 dipendenti e oltre) di assolvere all’obbligo anche attraverso programmi di inserimento individuali, da effettuarsi presso le cooperative sociali o le imprese sociali come CavaRei.

L’azienda in obbligo di assunzione può decidere di avvalersi dell’«Accordo Quadro Regionale» e di appoggiarsi alla cooperativa, destinandole una commessa lavorativa in cambio della quale, la cooperativa stessa, si fa direttamente carico dell’assunzione della persona disabile.

I vantaggi per l’azienda:

  • Assolvimento dell’obbligo senza doversi far direttamente carico dell’assunzione e della cura da dedicare alla persona invalida/disabile inserita.
  • L’azienda riceve in cambio del «costo» stipulato nella convenzione, un prodotto/servizio a supporto della sua attività, concordato a monte con la cooperativa e utile all’azienda.
  • Consapevolezza di aver assolto al proprio obbligo, garantendo alla persona disabile una collocazione giusta e adeguata alle proprie capacità, in un ambiente strutturato per la gestione di questo tipo di percorso.
  • La possibilità di rendicontare l’impatto che l’attivazione della convenzione Art. 22 ha sul territorio.

Per approfondire tutte le modalità con cui un’azienda può collaborare e sostenere CavaRei, compila il form che trovi in questa pagina.